Incredibili Specchi Meccanici Che Si Muovono Quando Ti Specchi

specchi riflettenti

Daniel Rozin è un artista di Gerusalemme che attualmente vive e lavora a New York. Rozin crea installazioni e sculture nell’ambito dell’arte digitale interattiva.

I suoi “Mechanical Mirrors” ovvero  specchi meccanici sono fatti di vari materiali,   videocamere, motori, computer di bordo e  software personalizzati e quando lo spettatore interagisce con essi producono un suono rilassante

In molti casi lo spettatore diventa il contenuto del pezzo e in altri lo spettatore è invitato ad assumere un ruolo attivo nella creazione dell’opera. Anche se l’artista usa i computer  nei suoi lavori, questi sono raramente visibili.

 

“Wooden Mirror” (2014) è un’opera speciale  commissionata per una mostra itinerante in Giappone dal titolo “Visual Deception II: Into the Future”

“Wooden Mirror” (2014) by Daniel Rozin from bitforms gallery on Vimeo.

in mostra a Nagoya, Nagoya City Art Museum  (10 Gennaio – 22 Marzo, 2015)