James Pradier e La Carica Erotica Delle Sue Sculture

pradier1

 

James Pradier, era uno scultore conosciuto per i suoi lavori in stile neoclassico. Nasce a Ginevra nel 1790. Nel 1807 parte alla volta di Parigi per raggiungere il fratello maggiore, Charles Simon Pradier, incisore. Il suo talento dunque comincia ben presto tanto che dopo aver vinto un Prix de Rome, inizia a studiare a Roma dal 1814 al 1818. Dopo questo periodo italiano ritorna a Parigi dove ha la fortuna di poter studiare con Jean Auguste Dominique Ingres. Nel 1827 diviene  membro della Académie des Beaux Arts e professore presso l’Ecole des Beaux Arts. Era molto amico di alcuni poeti romantici come Alfred de Musset, Victor Hugo, Théophile Gautier, e il giovane Gustave Flaubert. Il suo atelier era sempre frequentato da belle modelle tra cui la sua amante , Juliette Drouet, che nel 1833 divenne l’amante di Hugo.

A differenza di molti suoi contemporanei, Pradier ha sempre supervisionato la finitura delle sue sculture. Le sue opere sono caricate di un intenso erotismo che i temi mitologici che tratta a malapena riescono a mascherarlo. Tanto che alcuni suoi lavori vengono ritenuti, per questo motivo, scandalosi.  È sepolto nel cimitero di Père Lachaise. Gran parte dei contenuti del suo studio sono stati acquistati dopo la sua morte, dal museo della città di Ginevra.

Jean-Jacques Pradier era considerato  il“re degli scultori” durante la Monarchia di Luglio. Però su di lui non la pensavano tutti allo stesso modo, infatti, mentre Charles Baudelaire lo incolpava  per lo “stato pietoso della scultura di oggi” e diceva “il suo talento è freddo e accademico”, Gustave Flaubert ne cantava le lodi, considerandolo come “un vero greco, il più antico di tutti i moderni, un uomo che non è distratto da nulla, né dalla politica, né dal  socialismo, […] che è lì per fare il suo compito dalla mattina alla sera, con la voglia di fare bene e l’amore per la sua arte.”

Di seguito un video con alcune delle sue sculture più belle.

 

VI ricordiamo di sostenerci con le vostre visite, i vostri commenti e i vostri MI PIACE su Facebook