Un’opera suggestiva che evoca il valore della memoria… E’ Una delle più belle opere della Biennale di Venezia 2015

Il Padiglione Giapponese della Biennale di Venezia “All the World’s Futures” 2015 è stato riempito dall’intenso e suggestivo lavoro di Chiharu Shiota. L’installazione dal titolo “The Key in the Hand” è stata realizzata con due grandi barche di legno che riempiono lo spazio  e una fitta rete di fili rossi che scendono dal soffitto, nelle cui estremità sono attaccate più di 50.000 chiavi, provenienti da tutto il mondo. Secondo l’artista  «Ogni chiave evoca ricordi intimi, è un oggetto familiare che protegge persone e spazi importanti nelle nostre vite». L’opera che richiama il valore della memoria fa parte di uno dei temi cari all’artista sempre alla ricerca di rievocare le tracce del passato attraverso il ricordo, l’oblio, il sonno o il sogno. Nel video che segue una breve intervista all’artista corredato dalle immagini dell’eccezionale lavoro artistico esposto alla Biennale.

Per vedere l’opera basta andare alla 56a Biennale di Venezia aperta fino al 22 novembre 2015

Per saperne di più sull’artista vi invitiamo a visitare il suo sito ufficiale

Se ti è piaciuto il video condividilo con i tuoi amici.
Continua a sostenerci con i tuoi MI PIACE, I TUOI COMMENTI e CON LE CONDIVISIONI.
Ti ringrazio per la tua visita.

 

installation-la-biennale-di-venezia

 

installazione