[Video Originale] 1972. L’attentato alla Pietà di Michelangelo

Laslo l'uomo che danneggiò la Pietà di Michelangelo

Il 21 maggio del 1972, nella Basilica di San Pietro a Roma, durante la Santa Messa un uomo di nome Laszlo Toth, gridando “Sono Gesù Cristo risorto dalla morte”,si avvicinò alla Pietà di Michelangelo e cominciò a colpirla con 15 martellate.
Alcuni uomini gli si gettarono addosso per fermarlo, ma il capolavoro di Michelangelo non si salvò dalla follia dell’uomo. I colpi di martello staccarono una cinquantina di frammenti  danneggiando il naso, le palpebre, il braccio e il gomito della Vergine .

1972 attentato alla Pietà

Il gesto venne percepito come vero atto di profanazione, tanto che Papa Paolo VI  tenne un discorso sul male, imputando la ragione di questo orribile evento al cambiamento dei tempi, al fatto che la Chiesa dolorosa, indifesa e aggredita da una forza oscura fosse sempre più tenuta in disparte negli animi della gente.

L’opera venne subito portata nei laboratori dei Musei Vaticani per il restauro, sotto la responsabilità del Direttore Deoclecio Redig de Campos. Papa Paolo VI  diede il permesso a Brando Giordani di registrare le immagini  del delicato lavoro di restauro, durato solo sei mesi. Attraverso il minuzioso e paziente lavoro dei restauratori, grazie all’esistenza di numerosi calchi, e riutilizzando, per quanto possibile, i frammenti originali con un impasto a base di colla e polvere di marmo, la Pietà,l’ unica opera firmata da Michelangelo, venne riportata al suo splendore originale.

Pietà_vaticana_dopo_il_vandalismo,_1972

pietà restaurorestauro occhio

 

One thought on “[Video Originale] 1972. L’attentato alla Pietà di Michelangelo

Comments are closed.